Tutto su
Marketing e Vendite
B2B

Quanto dovrebbe rendere un investimento in marketing? Al bando le false aspettative

Premessa: per parlare di redditività di un investimento in attività di marketing ci deve essere l’investimento. E quindi ricordati una delle sacre regole del buon timoniere d’impresa: investi costantemente in attività di marketing. Quanto? Non meno del 3% del fatturato, meglio se puoi investire un 5%. Tutto ciò in condizioni ordinarie. Più le condizioni sono straordinarie (uscire da una crisi, crescere più velocemente del previsto, lanciare l’impresa o un ramo d’azienda) e maggiori devono essere le risorse. Premessa a parte, quanto ci dobbiamo aspettare dall’investimento in marketing? Quali e quante

Dove vorresti fosse la tua impresa tra 5 anni?

Ti sei mai posto questa domanda? Dove vorresti che fosse la tua impresa tra cinque anni? E l’altra domanda da un milione di dollari è: dove sarà la tua impresa tra cinque anni? Se sei l’imprenditore, il timoniere della nave, o anche uno dei manager coinvolti nelle battaglie quotidiane che la tua impresa affronta, non puoi non porti, almeno per un attimo, domande e riflessioni di questo tipo. Questa è una delle domande che pongo più spesso durante gli incontri che quotidianamente faccio nelle aziende italiane. E ti dico subito

Missioni all’estero? Ricordati che le vacanze si fanno ad agosto

Ti occupi anche di sviluppo commerciale estero? Sei uno degli export manager dell’azienda o il titolare e partecipi all’internazionalizzazione? Allora vorrei condividere con te la mia esperienza e darti la nostra ricetta per sbagliare il meno possibile, in un progetto di sviluppo commerciale estero. Mi capita spesso, occupandomi anche di progetti di internazionalizzazione d’impresa, di entrare nelle PMI e parlare, oggi molto più di una volta, di progetti e processi volti all’export. Il tema, oggi come non mai, è caldo e va trattato con grande interesse. È giusto che un’impresa

Sei in grado di licenziare i tuoi clienti?

Può sembrare un titolo provocatorio. In parte lo è ma, come sempre, sono estremamente serio nell’esprimere i concetti e dietro a ogni concetto c’è sempre la volontà, ferma, di trasferirti del contenuto di valore. Il senso della domanda vuole essere questo: • Come sono i tuoi clienti? • Hai la possibilità e la forza di sceglierli? • Hai la forza di dire a un tuo cliente prospect “Non ti arrabbiare, ma penso di non essere il fornitore giusto per te” e non averlo quindi mai tra i tuoi clienti? •

Come vendere nel B2B in Italia

La vendita B2B in Italia è una vendita complessa. Vendere è il risultato finale di un processo e se non possiedi il SISTEMA che lo governa sei morto. Spesso l’impresa è come il classico criceto che corre corre nella sua bella ruota, suda moltissimo ma è sempre fermo. Non fa un passo in avanti. Se parliamo di imprese PMI italiane, che operano nel B2B, e se dovessi dare un voto al grado di preparazione media che hanno per affrontare i processi di vendita darei un bel 4! (con scala da 1

Pin It on Pinterest

Vuoi ricevere informazioni GRATUITE su marketing e vendite B2B?

Inserisci i tuoi dati solo se vuoi migliorare i tuoi risultati attuali di vendita.