Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce

Share

Quando si fa un’analisi e si traggono delle conclusioni o si fanno delle valutazioni sull’andamento di un piano di marketing, uno degli elementi più importanti da considerare è quello del contesto generale in cui lo stesso si svolge.

Infatti uno degli errori principali che spesso l’imprenditore compie è quello di trarre delle conclusioni sulla base di singoli elementi considerati nella valutazione al posto di un’analisi più strutturata che gli permetta di avere una visione complessiva più ampia su ciò che sta facendo e ottenendo l’azienda in termini di marketing.

“Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce” è una frase bellissima che questa settimana ho sentito in un’intervista radiofonica fatta al grande Ennio Doris. Il presidente di Banca Mediolanum stava parlando di come spesso alcune piccole distorsioni del mercato fanno molto rumore distogliendo l’attenzione dell’investitore dal quadro generale che dovrebbe considerare.

Nel marketing molto spesso accade la stessa cosa.

L’imprenditore si fa influenzare negativamente da alcuni aspetti distorsivi che possono accadere nel suo piano di marketing e si dimentica di alzare la testa e analizzare la situazione nel suo complesso.

Scendo un po’ nel merito per cercare di spiegare il concetto con il massimo della chiarezza.

Implementare un piano di marketing significa creare un contesto strutturato.

La foresta che cresce rende molto bene l’idea.

Implementare un piano di marketing non è utilizzare una singola leva di marketing o fare delle attività a spot. Sviluppare un piano di marketing significa avere una visione di medio periodo, partire dal marketing strategico, utilizzare leve di marketing operativo, sviluppare più attività correlate funzionali alle vendite aziendali. Stiamo parlando quindi di far crescere una foresta e non un singolo albero.

All’interno di questo processo e di questo percorso è normale che alcuni alberi cadano e che altri non riescono a crescere come tutti gli altri che fanno parte della foresta. L’importante però è che cresca la foresta. E lei, quando lo fa, si fa sentire molto meno dell’albero che cade.

La foresta che cresce non fa rumore, l’albero che cade sì.

Spesso l’imprenditore si fa distogliere dall’albero che cade e non riesce ad osservare, grazie ad una visione più ampia è più alta, la foresta che sta crescendo sotto i suoi occhi.

Implementare un piano di marketing significa dotare la propria impresa di un sistema strutturato, forte. Affinché ciò avvenga ci vuole tempo e visione. E ci vuole una prospettiva più alta che permetta di vedere la foresta che cresce contestualmente al singolo albero che può anche cadere.

All’interno di un piano di marketing ci sono gli alberi che cadono. Ci sono pezzi di campagne che funzionano meno, test negativi che non rendono come dovrebbero, leve di marketing che producono risultati inferiori rispetto a quelli desiderati. Tutto questo è l’assoluta normalità.

Contestualmente agli alberi che cadono c’è però una foresta che cresce. Il database aziendale che si popola di clienti potenziali che accettano di ricevere contenuti informativi da parte dell’azienda, il marketing mix che genera sistematicamente delle opportunità commerciali, un software CRM che entra nell’uso sistemico dei processi di vendita, la creazione di elementi differenzianti che permettono all’impresa di essere vista come diversa all’interno del mercato in cui opera, sono tutti esempi che stanno a dimostrare all’imprenditore che la foresta, la sua foresta, sta crescendo.

Non perderti i prossimi articoli, iscriviti al blog!

Gli imprenditori italiani commettono molto spesso due gravi errori se fanno delle valutazioni sul marketing aziendale:

1) danno un peso eccessivo al singolo albero che cade;

2) non lasciano i tempi giusti alla foresta per poter crescere.

Vedere la foresta che cresce significa anche permettere che il tempo faccia la sua parte.

Un marketing i cui i risultati vengono misurati a 3, 6 o anche 12 mesi dall’inizio delle attività, corrisponde a voler valutare la crescita di una foresta dopo poco tempo dal momento in cui nuovi alberi sono stati piantati.

Un piano di marketing, se viene adeguatamente progettato, produce risultati nel tempo.

Nella stessa intervista Ennio Doris parlava di come il mercato azionario presenta sempre risultati positivi se valutato con un arco temporale adeguato.

La naturale oscillazione delle azioni che lo compongono è una caratteristica pericolosa per l’investitore che non diversifica i suoi investimenti e che ha una visione di breve periodo.

Nel marketing funziona allo stesso modo.

Se si considera un orizzonte temporale di medio / lungo periodo e si progetta un piano di marketing che mixi più leve e si basi su una struttura di sistema, la possibilità che questo tipo di attività sia fallimentare per l’impresa è effettivamente remota.

Tutto cambia se però le considerazioni vengono fatte su un arco temporale troppo stretto e magari si fanno delle valutazioni su pochi elementi che caratterizzano il piano di marketing.

Desidero essere contattato e fare il check up GRATUITO della mia impresa.

Che tu sia l’imprenditore o il manager ciò che è importante, se fai delle valutazioni sul marketing della tua impresa, è avere ben chiaro il contesto.

  • Qual è il periodo che stai considerando nelle tue valutazioni?
  • Stai dando il giusto tempo al marketing per fare ciò che gli compete?
  • Stai considerando tutte le variabili del caso oppure stai facendo delle valutazioni su singoli pezzi del processo che decontestualizzati e che offrono una visione totalmente parziale di ciò che sta accadendo nella tua impresa?
  • In sostanza stai guardando l’albero oppure la foresta?

Molto spesso mi capita di parlare con imprenditori che traggono conclusioni errate a causa di una visione limitata e di analisi parziali su pezzi del processo.

Questo va evitato.

Concentra qualsiasi valutazione importante avendo alle spalle almeno un triennio di lavoro.

Naturalmente nel mentre devi osservare come crescono gli alberi. Li devi aiutare nel percorso che devono fare per raggiungere le altezze che ti aspetti.

Aiuta la tua foresta a crescere a meglio e non perdere la visione complessiva facendoti distogliere da qualche albero che, come è normale che sia, saltuariamente cade, facendo rumore.

Stai costruendo la tua foresta?

Possiedi un marketing forte che sia un vero e proprio asset aziendale?

Ritieni di avere nelle tue mani un SISTEMA MARKETING E VENDITE in grado di determinare uno sviluppo costante della tua impresa?

Se non è così chiama subito l’800-123784 e chiedi un incontro, il prima possibile, con uno dei nostri consulenti commerciali che ti farà vedere come operiamo in questi casi. Clicca qui per richiederlo immediatamente.

Organizzare un APPUNTAMENTO ti porta via poco più di un’ora e costa zero.

Siamo potatori di alberi.

E facciamo crescere le foreste!

Fondatore dell’Agenzia, è da ormai vent’anni nel settore del marketing e della comunicazione.
Energia, creatività e leadership. Per Andrea non esiste la parola impossibile e ogni sfida è solo un nuovo traguardo da conseguire.

Share

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This

Vuoi ricevere informazioni GRATUITE su marketing e vendite B2B?

Inserisci i tuoi dati solo se vuoi migliorare i tuoi risultati attuali di vendita.