Non permettere che le tue esperienze (negative) di ieri condizionino il tuo marketing di oggi

Share

Una delle cose che l’imprenditore italiano accetta sempre meno e comunque con grandissimo stress emotivo è una di quelle cose che in realtà sono tipiche e frequentissime per chi fa impresa: l’esperienza negativa.

Solo chi non fa mai nulla non sbaglia mai, diceva qualcuno.

Fare, intraprendere, percorrere nuove strade e nuove esperienze per forza di cose comprende le difficoltà, gli errori e con essi anche i fallimenti.

Quello che ci sentiamo dire molto spesso dagli imprenditori, parlando di marketing, è una frase del tipo: “sono scottato, ho già fatto un’esperienza del genere che mi ha portato risultati negativi e quindi credo poco a ciò che mi stai dicendo“.

L’imprenditore, in sostanza, è bloccato, ha paura, non vuole che si ripeta un’esperienza negativa che ha già provato (anche più volte).

Mettiamoci un attimo nei panni dell’imprenditore. E facendolo io dico: ti capisco. Farei lo stesso. La tua posizione è condivisibile. MA. Ci sono più ma, più riflessioni che possiamo portare come contributo di idee.

RIFLESSIONE NUMERO 1.

IL MARKETING NON È UN OPTIONAL IN UN’IMPRESA.

Fare o non fare marketing non è più un’opinione.

Premettendo che per fare marketing intendiamo innescare un processo volto alla acquisizione e al mantenimento di nuovi clienti, oggi un’impresa che non fa marketing è condannata a morte certa. In tempi rapidi. Quindi non è più questione di opinioni. Fare marketing è un obbligo, un comandamento se l’impresa desidera non solo ritagliarsi uno spazio nel mercato ma continuare un processo di crescita e prosperità.

RIFLESSIONE NUMERO 2.

IL FATTO CHE TU ABBIA FATTO UN’ESPERIENZA NEGATIVA NON SIGNIFICA CHE LA PROSSIMA LO DEBBA ESSERE ALTRETTANTO.

Una o più esperienze negative sono la normalità.

Ricordati inoltre che una peculiarità del marketing sono i test.

Molto spesso sento di parlare di azioni di marketing che non sono altro che piccole campagne riconducibili a dei test. Non sono esperienze significative degne di nota e di tale portata da trarre delle conclusioni sull’esperienza effettuata. I test sono fatti per provare. Per ottenere informazioni. Non necessariamente risultati commerciali significativi.

Spesso l’imprenditore confonde micro campagne o test sperimentali con il marketing tout court

RIFLESSIONE NUMERO 3.

CON CHI E COME HAI FATTO QUEL TIPO DI ESPERIENZA?

Altro grande tema. Con chi e come hai fatto le precedenti esperienze di marketing?

Se hai fatto una fiera e non ha funzionato, significa che non funziona quella fiera? O forse non l’hai preparata come si dovrebbe?

Se hai fatto sei mesi di attività di scouting commerciale all’estero e non hai venduto un chiodo significa che quel sistema non funziona? O forse stiamo cercando di ottenere un certo tipo di risultato in tempi non adeguati?

E inoltre. Da chi ti sei fatto aiutare? Era una struttura adeguata, professionalmente preparata e con un’esperienza sufficiente? Questo lo dico perché un altro grande problema sta nel fatto che oggi nel mercato, tra (pseudo) consulenti e (pseudo) agenzie si trova di tutto, spesso anche con casi di strutture inesistenti oppure di persone che operano da qualche mese in questo settore e si vendono come guru o specialisti.

RIFLESSIONE NUMERO 4.

CHE TI PIACCIA O NO DEVI ANDARE AVANTI. ED IL MARKETING È IMPRESCINDIBILE PER LA TUA ATTIVITÀ.

Non hai scelta.

Vuoi che la tua azienda vada avanti e affronti il futuro con serenità “stando sul pezzo nel mercato”? Se la risposta è sì devi per forza studiare strategie, occuparti di new business, implementare azioni che ti permettano di acquisire nuovi clienti. E quindi fare marketing.

Non perderti i prossimi articoli, iscriviti al blog!

Quindi sappi che se anche ti senti lontano da questo mondo non puoi e non potrai farne a meno.

Tutti gli schemi commerciali che hanno funzionato fino a qualche anno fa oggi sono obsoleti e non producono più risultati.

Devi ribaltare tutto.

Riprogettare la tua strategia commerciale in funzione di nuove basi, nuove fondamenta, date dal marketing.

A chi mi obietta che ha avuto esperienze negative col marketing ribatto citando il caso della mia prima fidanzata. Con lei la storia è finita (quindi è andata male). Cosa sarebbe successo se avessi pensato che tutte le altre storie sarebbero finite allo stesso modo? Mi sarei fermato lì.

Quindi, caro imprenditore, la “pillola” di oggi è:

dai il giusto peso alle esperienze negative del passato con il marketing.

Desidero essere contattato e fare il check up GRATUITO della mia impresa.

Fai un’analisi di cosa non ha funzionato. Fatti aiutare in questa analisi da professionisti di comprovata esperienza. E non dal primo che passa. E ricordati, come dico sempre, che l’esperienza (anche negativa) sta nello stato patrimoniale della tua azienda. Tra gli asset e quindi negli attivi.

Non pensare che un’esperienza andata male sia il motivo giusto per non agire più. Renderesti ancora più grande il danno prodotto da quell’esperienza. E faresti ancora più male alla tua azienda.

Piuttosto approfondisci bene e ancora di più il processo. Affidati a professionisti che abbiano un curriculum importante e non siano dei chiacchieroni improvvisati.

Vedrai che otterrai risultati migliori ed il tuo modo di pensare cambierà.

Perché non c’è modo migliore del risultato ottenuto grazie al marketing per ricredersi su opinioni errate e per cambiare radicalmente prospettiva sul proprio futuro.

Il marketing è uno dei motori più potenti per lo sviluppo di un’impresa.

Non posso pensare ad un’azienda di successo che non sia anche forte nel marketing. Non esiste.

Prova a pensarlo e verificarlo anche tu.

Ti lascio invitandoti a fare questa prova. Cerca i casi di successo del tuo settore.

Chi sono i leader? Chi sono i campioni della categoria?

Individuali. E poi vai ad analizzare il loro marketing.

Vedrai che non trovi casi di successo che non siano caratterizzati da visione e strategia di marketing di grande impatto.

Ci sarà quindi un filo conduttore tra marketing di successo e successo dell’impresa?

 

Lascia da parte le tue credenze.

Lascia da parte le esperienze negative.

Non avere pregiudizi.

 

Scrivi una pagina nuova dell’immenso libro della tua azienda.

E fai del marketing uno dei tuoi più grandi alleati.

Funziona. Credimi.

P.S. Se vuoi fare l’esercizio di analisi e riflessioni insieme a gente che non sono ha un CV, ma ha 20 anni di esperienza operativa sul campo, con una expertise specifica nel B2B sai che hai due possibilità. Numero verde 800-123784, oppure il form che trovi QUI.

Fondatore dell’Agenzia, è da ormai vent’anni nel settore del marketing e della comunicazione.
Energia, creatività e leadership. Per Andrea non esiste la parola impossibile e ogni sfida è solo un nuovo traguardo da conseguire.

Share

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This

Vuoi ricevere informazioni GRATUITE su marketing e vendite B2B?

Inserisci i tuoi dati solo se vuoi migliorare i tuoi risultati attuali di vendita.