Category Archives: Cultura

Anche tu sei ammalato di lamentina?

In Italia c’è una patologia in corso da anni. E colpisce milioni di persone. Tra queste, purtroppo, ci sono anche quelle che dovrebbero esserne immuni, per il mestiere che fanno. Mi riferisco ad imprenditori, manager e persone che lavorativamente parlando hanno delle responsabilità importanti. E non possono permettersi di ammalarsi. A quale patologia mi riferisco? Sto parlando della LAMENTINA. Ovvero la lamentela istituzionalizzata, diventata parte integrante della persona. Il paziente ammalato di “lamentina” è focalizzato sui problemi. Vede il bicchiere più volte mezzo vuoto che mezzo pieno. Non ha una

600 euro al mese per lo stagista ingegnere? Anche troppi!

Come avrai certamente visto, in questi giorni è scoppiato un “putiferio” per un annuncio di lavoro esposto da un’azienda piemontese che cercava un ingegnere. Interrogazioni parlamentari, intervento del presidente nazionale dell’ordine degli ingegneri, nonché migliaia di commenti sui social network hanno creato un tam tam veramente importante. Il tutto per una NON NOTIZIA. Scrivo questo post perché comunque questa storia si può tranquillamente utilizzare per introdurre un concetto molto importante anche nel mondo del marketing. Quello del VALORE. In Italia c’è grande approssimazione nella trattazione del concetto del valore. Molto

Non permettere che le tue esperienze (negative) di ieri condizionino il tuo marketing di oggi

Una delle cose che l’imprenditore italiano accetta sempre meno e comunque con grandissimo stress emotivo è una di quelle cose che in realtà sono tipiche e frequentissime per chi fa impresa: l’esperienza negativa. Solo chi non fa mai nulla non sbaglia mai, diceva qualcuno. Fare, intraprendere, percorrere nuove strade e nuove esperienze per forza di cose comprende le difficoltà, gli errori e con essi anche i fallimenti. Quello che ci sentiamo dire molto spesso dagli imprenditori, parlando di marketing, è una frase del tipo: “sono scottato, ho già fatto un’esperienza

Start Up e nuovi progetti. Come evitare il suicidio

I numeri relativi alle start up sono ormai arcinoti. Se parliamo dei fallimenti delle start up veniamo a sapere che circa l’80% chiude prima di 5 anni. E del rimanente 20% chiude un altro 80% nei secondi 5 anni. Per farla breve, circa 9 start up su 10 non raggiungono il decimo anno di vita. Con questo post non voglio parlare solo di start up ma anche di quei casi, innumerevoli, di progetti portati avanti da aziende già presenti nel mercato, che vogliono lanciare una nuova business unit o puntare

La verità distorta che percepisci grazie ai coach. Abbasso la scorciatoia

Post veloce per esprimere un concetto molto chiaro. L’avvento dei social network ha aperto un’autostrada a un filone che è diventato una vera e propria moda del momento. Facebook in primis ha creato delle incredibili opportunità di comunicazione per tutti. Il rovescio della medaglia è però che nella moltitudine c’è di tutto. E un po’ tutti ci si stanno buttando. Non passa giorno in cui non osservi il proliferare della nascita di nuove campagne di coach o consulenti che si propongono al mercato. Nulla di male. Le aree primarie in

Pin It on Pinterest

Vuoi ricevere informazioni GRATUITE su marketing e vendite B2B?

Inserisci i tuoi dati solo se vuoi migliorare i tuoi risultati attuali di vendita.