Category Archives: Case history

Quando i ricavi futuri sono un numero senza senso

CLIENTE: “Abbiamo fatto i budget 2018/2020”. IO: “Ah bene e dove volete arrivare nel 2020 in termini di fatturato?” CLIENTE: “Vorremmo aumentare di un milione l’attuale giro d’affari”. IO: “Ah bene. Quindi fammi capire, l’azienda ad oggi fattura circa un milione e mezzo e vuole arrivare in tre anni a 2,5 milioni. Quanti anni ha l’azienda?” CLIENTE: “Circa 30 anni”. IO: “Ok, quindi mi stai dicendo che siete stati 30 anni per fare 1,5 milioni e volete starne tre per arrivare a 2,5. Vedi per me, che mi occupo di

Perché i competitor che raccontano fesserie fanno il tuo gioco

Questa settimana ho ricevuto una bellissima email da un amico, che mi ha dato lo spunto per scrivere questo post. L’email è questa: “Ciao Andrea, guarda che proposta interessante.  Stefano “ Oggetto: Procacciamo clienti per la Sua Attività Egregio\Gentile, siamo procacciatori d’affari che individuano e segnalano nuovi clienti alla Sua Azienda. Sarebbe nostro piacere fornirLe il servizio che in breve riassumiamo: ricerchiamo nuovi clienti interessati ai suoi prodotti e servizi con sistemi on line segnaliamo i nuovi clienti direttamente nella sua posta elettronica aziendale la nostra attività di ricerca e procacciamento di clientela, si svolge

“I clienti scelgono il prezzo più basso!” Ok, fai questo test.

Cliente: “I clienti scelgono il prezzo più basso”. IO: “Non è vero”. Cliente: È inutile parlare di tutte queste strategie, il cliente sceglie il prodotto che costa meno”. IO: “Non è vero”. Cliente: “Puoi lavorare quanto vuoi con il marketing, nel mio settore quello che conta è il prezzo”. IO: “Non è vero”. Non una scenetta di Totò e Peppino, ma un esempio di ordinaria conversazione tra il sottoscritto e un imprenditore, venditore o direttore di quelli che quotidianamente incontro in giro per l’Italia. Quello che mi stupisce è che

Perdere 20 milioni di euro e fare le stesse cose di una volta [storia vera]

Questa settimana nel mio abituale tour di visite sono entrato in un’importante azienda laziale che opera nel mondo dell’abbigliamento. Importante perché è conosciuta nel territorio e perché fattura oggi una ventina di milioni. Oggi parlo di questo caso perché caratterizza un’infinità di imprese italiane, PMI soprattutto. La situazione che ho trovato in questo contesto è veramente una tipicità del tessuto imprenditoriale italiano. L’azienda in questione ha perso quasi il 50% del fatturato dal 2007 ad oggi. Nel contesto del mercato italiano è una situazione capitata a molti. In sostanza un crollo verticale

Andrea, mi hai smontato

Questa settimana, durante il mio solito tour di visite alle imprese italiane, ho avuto il piacere di conoscere un nuovo imprenditore di un’azienda lombarda che si occupa di progettazione e realizzazione di negozi e di allestimenti fieristici. Sono andato in visita con uno dei miei consulenti commerciali per presentare una proposta di progetto e per approfondire le informazioni raccolte nei precedenti colloqui. Poiché era la prima volta che entravo in questa azienda, mi sono preparato una serie di domande sulla base del check-up che avevo analizzato e che mi creava

Pin It on Pinterest

Vuoi ricevere informazioni GRATUITE su marketing e vendite B2B?

Inserisci i tuoi dati solo se vuoi migliorare i tuoi risultati attuali di vendita.